serviziomilitare - SIC TEMPUS FUGIT

Sic Tempus Fugit

Vai ai contenuti

Menu principale:

serviziomilitare

Servizio Militare

       Prefazione


A Napoli si dice "i figli sono piezze e core" ed è giustissimo perché anche se crescono rimangono costantemente nei pensieri dei genitori e se poi sono vittime di una qualche disgrazia la vita per i genitori diventa un inferno. Di contro si ritiene siano figli del mondo ed in grado di farsi una  loro esperienza di vita a volte anche sbagliando ma nella libertà e nella democrazia che la nostra nazione permette e garantisce. Purtroppo il buon comportamento che come il Codice Civile prevede debba essere del buon "pater familiae" può subire dei cedimenti a favore di maleducazione, mancanza di buon senso, arroganza, sopraffazione, presunzione ed altri atteggiamenti non proprio virtuosi. Così facendo non si sa più dove finisca od inizi la mia libertà e dove inizi o finisca quella di chi mi sta davanti
. Il giusto comportamento dovrebbe essere insegnato dallo Stato e dai suoi organi come le scuole di istruzione pubblica. Negli ultimi anni non si può certo dire che questa funzione sia stata fatta per mancanza di autorità da parte del corpo insegnante che si eclissa davanti ai comportamenti sbagliati degli alunni che non avendo regole o sani principi da seguire si comportano in modo  scriteriato. I genitori a loro volta non si preoccupano più di tanto di come crescono i figli anzi tendono a sopravvalutarli ritenendoli liberi di fare senza minimamente pensare alla loro immaturità anzi stravedendo per loro e sono pronti ad intervenire in loro difesa anche aggredendo i professori che cercano di insegnare loro qualcosa. I ragazzi crescono con miti strani di violenza e le mini gang proliferano con valori sempre più criminali. La colpa di chi è? dello Stato? ma lo stato siamo noi!!!e se vogliamo il bene della nostra nazione e delle generazioni future dobbiamo prendere quei provvedimenti che creino i presupposti per una convivenza tranquilla dove una vita normale sia offerta a giovani ed anziani. Robert Baden- Powell è stato un grande personaggio che ha istituito il corpo dei Boy Scout insegnando ai ragazzi un comportamento di vita altruista e  virtuoso. Purtroppo la storia insegna che l’interesse  ai giovani è stato riservato anche da paesi sconfinati poi in dittature ma  ciò non toglie che una giusta informazione possa essere data cercando di non etichettare certe iniziative come "nazionalistiche" o peggio "fascistizzanti", qui ne va di mezzo il domani dei figli che senza ideali e regole di vita si troveranno molto male. Sono passati 150 anni da quando qualcuno ha detto "l’Italia è fatta!!!ora dobbiamo fare gli italiani" un processo lento e difficile tanto più che ora non è più questione di unire le itale genti ma le etnie più strane e varie che esistono al mondo.
 


                                                INTRODUZIONE

Sul finire degli anni sessanta ho avuto la fortuna di svolgere il servizio militare che è stato per me fonte di conoscenza ed esperienza. Non avevo fino a quel momento visitato gran che dell’Italia e quello fu l’inizio per una prima conoscenza oltre a fare  un’esperienza diretta del mondo militare, della disciplina e cosa per me molto  stimolante conoscere atteggiamenti e modi di essere dei miei coetanei provenienti dalle diverse regioni d’Italia. Per me è stato un periodo  positivo che mi è molto servito nella mia formazione personale anche se devo dire che essendo stato inserito in un corso per sottufficiali tanti aspetti tipici della naja venivano a cadere o a mitigarsi.  Comunque visto come stanno andando i tempi ed il mondo penso sia giusto che lo Stato ti chieda la disponibilità per un anno della tua vita utilizzandoti nei tanti ruoli utili e necessari per la giusta sopravvivenza del nostro Stato e di ciò che ci garantisce; naturalmente un periodo senza tempi morti con la conoscenza di materie utili come l’educazione civica, la costituzione italiana, la storia, la geografia, la topografia il pronto soccorso ecc, ecc. I ragazzi acquisirebbero ideali più chiari di vita    con una maturazione aperta al prossimo e non chiusa in un mondo virtuale. Quando è stato abolito il servizio militare molti hanno detto " bene! era ora finalmente! un anno perso perché al giorno d’oggi se scoppia una guerra (globale) in pochi giorni finisce e poi cosi ci si può avvicinare subito al mondo del lavoro!", "ma quale lavoro?" diciamo che ci si può mettere in attesa di trovarlo con i risultati che sappiamo!.Di contro, perdurano nel mondo guerre pseudo convenzionali con la presenza di terroristi animati da desideri criminali distruttivi ed autodistruttivi. E’ inutile riempirsi la bocca col dire che siamo una grande nazione, che facciamo parte dell’Europa, nel momento del pericolo potremmo ritrovarci soli ed impreparati.
Dopo un sano ed efficace inserimento di materie educative nelle scuole dell’obbligo, un ulteriore ripasso per una sana interpretazione della  vita sociale e civile dovrebbe essere fatto con un servizio di un anno dato allo stato con un dare ed un avere  utile a tutti.

Testo in preparazione

 
Copyright © 2018

Torna ai contenuti | Torna al menu